BILANCIO PREVISIONALE 2017-2019, ANALISI E CONSIDERAZIONI DEL MOVIMENTO 5 STELLE.

 

Dopo aver pubblicato i nostri cinque emendamenti approvati che hanno toccato argomenti come inclusivita’, ambiente, sport ed aggregazione giovanile, partecipazione dei Cittadini alla cosa pubblica e trasparenza analizziamo il bilancio previsionale.

Nell’ultima adunanza Consiliare a Limbiate si è approvato il bilancio previsionale 2017-2019, un bilancio che abbiamo letto e analizzato nei minimi dettagli, un bilancio “elaborato” con cura di cui si è particolarmente apprezzata la nota integrativa che si rivela come 7 pagine di pura realtà, per non dimenticarci poi della relazione del collegio dei revisori dei conti, del bilancio in sé, del dup etc.

Tutto molto bello, utile, costruttivo.

Noi però siamo partiti dalla fine, iniziando dal collegio dei revisori dei conti e dalla loro relazione e, avendo già metabolizzato il DUP, non possiamo che prendere atto di quanto questa descriva esaustivamente.

Si legge a pag. 24 punto c – Previsioni per investimenti:

La previsione di spesa per investimenti secondo il programma, il piano di sviluppo, il piano triennale dei lavori pubblici e la programmazione dei pagamenti, è coerente ritenendo che la realizzazione degli interventi previsti per l’anno 2017 sarà possibile a condizione che siano concretamente reperiti i finanziamenti relativi.”

E ancora, a pag 24 punto e – Salvaguardia equilibri:

“Il collegio pur notando lo sforzo per poter addivenire ad una maggiore copertura dei costi negli anni a venire, auspica un continuo monitoraggio della spesa.”

Certe dichiarazioni del collegio dei revisori fanno anche sorridere, sembrano più aforismi che deduzioni, per cui a questo punto, ci siamo chiesti se i veri numeri di questo bilancio siano mai stati controllati davvero.

E sapete perché ce lo domandiamo? Ce lo chiediamo perché contenevano degli errori che noi chiameremo di “distrazione”, poi riconsiderati e verbalizzati.

Alcuni esempi di “distrazioni” che abbiamo riscontrato.

Pag 13 – Entrate tributarie Diritti sulle pubbliche affissioni:

Anno 2014  63.000 €, Anno 2015  63.000 €,  Anno 2016 20.000 €,  Anno 2017 63.000  €.

Cosa è successo nel 2016? Sono caduti i manifesti? Ovviamente no, trattasi di un errore, “20000 € era l’accertato” è quanto ci è stato dichiarato dai tecnici..

Pag 22 – Anticipazioni liquidità Cassa deposito e prestiti per paga debiti:

Erano stati incassati, per far fronte ai pagamenti di debiti certi liquidi ed esigibili, maturati alla data del 31-12-2012 (1.854.927 euro) da restituire a rate costanti in anni 20. La rata annuale da corrispondere comprensiva di capitale e interessi prevista in bilancio per l’anno 2017 è di 46.820 €.

Quindi ci si è chiesti : “Ma se 1.854.900 € in 20 anni equivalgono a rate da 92.700 € per ogni anno, che è circa il doppio di quanto previsto, vuol dire che la rata è semestrale, non annuale?”.

Potremmo addentrarci ancora di più nel tecnico e scrivere di distrazioni sul Fondo crediti di dubbia esigibilità (FCDE), sui Derivati, sulle entrate extra tributarie e molto altro, ma non è nostra intenzione voler insegnare il lavoro al collegio dei revisori, ne tanto meno scrivere che abbiamo noi la soluzione in tasca.

Attendiamo il recepimento di quanto evidenziato e che le modifiche da apportare al documento programmatico siano fatte nel più breve tempo possibile ma fondamentalmente riteniamo debole questo bilancio sia sull’indebitamento che sulle alienazioni, chiamate in causa per sopperire le mancanze e le coperture di spesa sulla carta, ma che non giustificano assolutamente la grossa carenza, poiché trattasi di materia fittizia a copertura del passivo reale.

Il rischio grosso è che i valori di guadagno riportati su carta dalle alienazioni, possano trasformarsi un domani in aumento di debito, soprattutto se per vendere ad ogni costo si venda al ribasso o non si venda proprio.

Oltretutto, a noi risultano situazioni di continue aste deserte se pur in ribasso.

In definitiva, riteniamo che questo bilancio si regge troppo sui “se” e sui “ma”, ed è chiaro che un bilancio che si regge su questi principi, è chiaramente un bilancio che non può reggere un triennio già  in partenza.

Troviamo anche inutile aprire già da domani il cassetto delle variazioni di bilancio, come troviamo inutile, da opposizione, vivere questo bilancio Comunale come se si trattassero di appunti, osservazioni da fare, o mancanze alle quali si desidera apporre la mano senza mai vivere questa occasione, questo momento che dovrebbe essere costruttivo e di collaborazione con unico denominatore comune che è il cittadino di Limbiate.

 

MoVimento 5 Stelle Limbiate

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Contact Form Powered By : XYZScripts.com

MoVimento 5 Stelle Limbiate o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella pagina informativa.Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Per Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi