DIMISSIONI ASSESSORE DOZIO, L’INCOMPATIBILITÀ’ DI RUOLI E L’ENNESIMA PRECISAZIONE.

 

A seguito delle dimissioni dell’ Assessore Dozio siamo stati contattati dal “Giornale di Desio” per una dichiarazione da parte del nostro gruppo, pensiero che abbiamo subito espresso e che riportiamo di seguito:

“Le voci delle dimissioni dell’Assessore Dozio sono legate all’ incompatibilità di ruoli, essendo dirigente di un ente pubblico. Per rispetto alla Cittadinanza, la probabile incompatibilità, non dev’essere cavalcata e strumentalizzata, spetterà alla maggioranza trovare una soluzione. I problemi di Limbiate sono altri e vari, e il nostro gruppo resta concentrato su altri fronti ben più necessari”.

Successivamente, nell’edizione del 14 marzo 2017 del medesimo giornale, alla lettura dell’articolo, vi e’ subito in risalto il titolo:

Il centrosinistra attacca, Il M5S: “Affari loro…”

Un titolo di una leggerezza incredibile con all’interno parole attribuite al nostro gruppo che mai ha pronunciato.

Un titolo che crea un netto distacco tra quello che abbiamo dichiarato e quello che il titolo vuole comunicare.

Quell’ “Affari loro” potrebbe essere interpretato da chi lo legge come un “chi se ne frega”, cosa che non corrisponde a verità e che non è corretto nei confronti dei Cittadini che ci hanno votato e ci hanno fatto eleggere.

Qualsiasi persona dotata di intelletto, alla notizia dell’incompatibilità’ di ruoli dell’ex Assessore Dozio, si sara’ chiesto: “Ma se la Giunta ed il Sindaco erano al corrente del ruolo che copre Dozio perche’ allora nominarlo per poi costringerlo alle dimissioni ”?

Stiamo parlando di persone che fanno politica da anni, alcuni da decenni e che hanno amministrato la nostra citta’ piu’ volte, persone da cui non ci si aspetta una leggerezza del genere.

Come gruppo potevamo cavalcare l’onda senza esitare, potevamo prendere l’assist della Giunta per marciare sopra alla questione come non mai. E potevamo essere gli unici dentro il Consiglio Comunale a farlo considerando che nella precedente Amministrazione ci sono state diverse dimissioni per divergenze interne come per esempio quella dell’ex Assessore Pellegata e dell’ex Assessore Tatti. Oggi invece, in modo un po’ ipocrita, gridano al lupo, al lupo.

Ma non vogliamo polemizzare e puntare il dito contro nessuno.

Non l’abbiamo fatto, il motivo?

Di teatrini ne abbiamo visti abbastanza in questi mesi in Consiglio Comunale e ahinoi ne vedremo ancora.

Situazioni in cui capisci che tra centrodestra e centrosinistra esistono asti personali e tra gruppi politici che durano da anni e tante volte prendono il posto rispetto alle soluzioni che un paese come Limbiate necessita.

Ma tornando all’articolo del Giornale di Desio purtroppo constatiamo, con grosso rammarico, che non è la prima volta che dobbiamo fare precisazioni.

Gia a dicembre 2016 lo stesso giornale riportava l’articolo avente come titolo “Porte chiuse alle moschee”, attribuendo il nostro voto a favore all’emendamento di Fratelli d’Italia come un divieto a future aperture di centri religiosi islamici con conseguenti critiche anche da ex esponenti politici Limbiatesi.

Al Giornale di Desio e a questi ex esponenti della politica Limbiatese vogliamo dire che e’ notizia degli ultimi giorni che La legge regionale n. 2 del 2015 denominata anche “legge anti moschee”, una legge fatta per evitare contraddizioni future nella stesura dei nuovi piani di governo del territorio, che tanto fa rabbrividire la sinistra ed eccitare la destra, ha fatto la prima “vittima”.

E non si tratta di un centro culturale islamico ma bensì, a non essere ritenuto idoneo come luogo di culto, è una chiesa della Fraternità sacerdotale San Pio X nel comune di Seregno, come riportato dall’articolo de “Il Giorno” e dell’ “Avvenire”.

 

MoVimento 5 Stelle Limbiate

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Contact Form Powered By : XYZScripts.com

MoVimento 5 Stelle Limbiate o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella pagina informativa.Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Per Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi