ISTANZA PER LA REALIZZAZIONE DI AREE SGAMBAMENTO CANI E RISPOSTA COMUNE.

In data 13 Settembre 2015 abbiamo protocollato un istanza dedicata una ai nostri amici a quattro zampe.
Con questa istanza chiediamo all’Amministrazione di realizzare delle aree sgambamento cani nel territorio Limbiatese, appositamente attrezzate, per permettere ai cani di correre liberamente e socializzare fra di loro senza essere fonte di pericolo e di disturbo per gli altri.

Questo dovuto anche al fatto che il Comune stesso ha effettuato una verifica con l’Asl, a cui risultano essere 3804 i cani “dichiarati” dai 2574 proprietari residenti in città.
Una media ben più alta rispetto a quella lombarda che calcola 80 cani ogni 1000 abitanti.
Da nostri sopralluoghi abbiamo individuato diverse zone dove queste aree possono essere realizzate:
– via Manara angolo via Garibaldi;
– via Alleanza;
– parchetto di via Conciliazione;
– parchetto di Mombellino;
– parchetto di via Fiume angolo via Monte Terminillo;
– villa Mella;
– via XXV Aprile angolo via Valsugana;
– parchetto di via VIII Marzo angolo via Giovane D’Italia;
– parchetto di via Leonardo da Vinci altezza di via F.lli Bronzetti/Alfredo Oriani;
– parchetto di via Roma angolo via Padova (zona centro anziani).

 

Ebbene dopo alcuni giorni ci è pervenuta la risposta dell’Assessore all’ambiente e Polizia Locale Sandro Archetti di cui vi evidenziamo le parti salienti in merito alla questione:

Gentilissimi,

mi premeva inanzitutto fornire un chiarimento sull’affermazione che a Limbiate vi sia un numero di cani superiori alla media lombarda. Il dato che riportate è “drogato” dalla cattiva abitudine dei limbiatesi di non segnalare all’anagrafe canina la morte dei loro cani,questo sebbene la legge lo preveda,con la conseguenza di contribuire a gonfiare a dismisura i dati sul possesso.

Riguardo invece alla questione che “tra i compiti delle amministrazioni comunali rientra anche la ricerca del corretto rapporto tra i cittadini e animali,in particolar modo quello di affezione promuovendo il rispetto,la cura e il diritto alla presenza del territorio”, ritengo di poter affermare che l’amministrazione comunale stia assolvendo pienamente a questo compito,prevedendo la sottoscrizione di una convenzione con l’associazione ANPANA Onlus,che ha risposto ad una nostra procedura di manifestazione di interesse per lo svolgimento di attività di prevenzione,vigilanza e controllo per la repressione dei reati e delle violazioni amministrative in materia di maltrattamento degli animali,di salvaguardia del patrimonio zootecnico e di protezione della fauna selvatica.

Tale convenzione produrrà l’effetto di avere sul nostro territorio squadre di Guardie Eco Zoofile specializzate che si occuperanno di controllo,formazione,educazione e informazione in materia di gestione degli animali,con particolare riferimento a quelli di compagnia su: conduzione in aree pubbliche,deiezioni canine,utilizzo di guinzaglio e museruola,verifica iscrizione all’anagrafe canina,corretta profilassi,ecc.

Come sempre,comunque,guardiamo con attenzione alle vostre proposte che sono comunque mirate a migliorare la vita dei cittadini,sebbene vada osservato che un Comune il cui 40% del territorio è compreso in un Parco Regionale fatto di boschi,prati e brughiere,dovrebbe essere di per sè definito un paradiso per i cani,senza necessità di ulteriori specifiche aree di “sgambettamento” nel tessuto urbano consolidato.

Inoltre sono sicuro di potervi trovare concordi con il fatto che la realizzazione di nuove aree riservate ai cani,per quanto se ne condivida l’importanza e la necessità, non possa essere considerato tra le priorità a breve termine del bilancio dell’Ente.

Questo però non significa trascurare altre strade che possano portare allo stesso risultato.
Infatti riteniamo possibile, se non auspicabile,utilizzare uno strumento che questa amministrazione ha attivato da tempo, vale a dire il progetto “Adotta il Verde”, con il quale è già oggi fattibile che gruppi di cittadini possano chiedere di poter disporre di uno spazio pubblico all’interno dei parchi da voi segnalati,nel quale realizzare arre di “sgambettamento” cani, con l’impegno di prendersene cura.

Riguardo a ciò saremmo disponibili anche andare oltre,prevedendo la creazione di un regolamento capace di promuovere delle opportunità che,previo convenzionamento, valorizzino chi si rende autore di progettualità “rivitalizzanti” per i nostri parchi,aree cani comprese.

Sperando di aver risposto alla vostra richiesta,vi saluto cordialmente. “

 

In poche parole riassumendo secondo l’attuale Amministrazione nonostante sia una valida proposta,bisogna prima osservare di come il Comune sia circondato da verde poiché immerso nel Parco Groane per portare i nostri amici a 4 zampe a fare i bisogni, e che non sia una priorità a breve termine del bilancio Comunale (in poche parole che non ci sono soldi), ed infine che se dei cittadini vogliano  realizzare delle are sgambettamento posso farlo a loro completo carico morale e finanziario.

2 pensieri riguardo “ISTANZA PER LA REALIZZAZIONE DI AREE SGAMBAMENTO CANI E RISPOSTA COMUNE.

  • 28 settembre 2016 in 13:11
    Permalink

    Buongiorno,
    personamente credo sia essenziale realizzare un’area cani perchè ci sono tanti cani in giro per i parchi e parchetti, costretti al guinzaglio senza la possibilità di muoversi liberamente e di giocare insieme e di socializzare con altri loro simili.
    Tutti i paesi limitrofi ne hanno almeno una e mi piacerebbe che anche Limbiate si adegui a questa necessità, dato che gli animali così come gli esseri umani hanno dei diritti e visto che non tutti i cittadini possessori di cani sono automuniti per potersi spostare nelle aree cani dei comuni vicini.
    Inoltre ancora non è stato fatto nulla per salvaguardare la pulizia delle aree verdi del nostro paese, che sono sempre piene di immondizia, sporche, piene di deiezioni canine ovunque sia per strada che nei parchi, è un indecenza.
    Ci vorrebbero più controlli, e dovrebbero essere sanzionati tutti i cittadini con e senza cani, che non rispettano i beni comuni.
    Dovrebbero inoltre essere sostituiti per esempio cestini dei rifiuti esistenti con dei cestini chiusi che non permettano la fuoriuscita dei rifiuti che nella maggior parte dei casi vengono tirati fuori dalle cornacchie imbrattando così le aree comuni.
    Ce ne sono molte di cose che si possono fare per migliorare la vita dei paesi e dei suoi abitanti, ma manca la volontà da parte dei comuni e delle istituzioni, come sempre.
    Cordialità
    Silvia

    Risposta
    • 4 ottobre 2016 in 22:34
      Permalink

      Buonasera signora Silvia.
      Intanto grazie per averci scritto. L’istanza sulle aree sgambamento cani l’ abbiamo presentata un po’ di tempo fa, quando ancora non eravamo in consiglio comunale e non era stata accolta dall’amministrazione precedente.
      Nulla vieta a riprendere il discorso. D’accordissimo sui cestini, abbiamo in cantiere mozioni che vanno in quella direzione.
      Ad ogni modo se vuole partecipare in prima persona o se ha delle idee da proporci noi siamo a disposizione, ci venga a trovare senza problemi.
      Domani mercoledi 5 ottobre per esempio ci incontriamo alla pizzeria “La meta” in via 25 aprile 45 alle 21.
      Saluti.

      Risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Contact Form Powered By : XYZScripts.com

MoVimento 5 Stelle Limbiate o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella pagina informativa.Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Per Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi