SCUOLA PRIMARIA MARCONI DI MOMBELLO, BUCHE O VORAGINI?

Domenica 11 giugno ci e’ arrivata per email una segnalazione da parte di una Cittadina Limbiatese che spiega quanto accaduto alla propria figlia presso la scuola primaria Marconi di Mombello, il giorno martedi’ 30 maggio.

La mail, oltre a noi, era indirizzata anche al Sindaco Romeo e all’Assessore ai servizi educativi Agata Dalò.

La segnalazione riporta, oltre allo spiacevole fatto, la difficoltà nel denunciare l’accaduto.

E’ il 30 maggio e M. si reca a scuola come tutti i giorni. Durante la ricreazione successiva al pasto, la bambina inciampa in una buca in giardino, provocandosi una grave lacerazione al ginocchio sinistro.

La buca in questione è facilmente visibile dall’esterno della scuola ed è situata proprio in centro al giardino.

 

 

Inoltre, come si evince dalle immagini, la profondità supera i 10 centimetri (circa il doppio della scarpa) ed è larga almeno un metro e mezzo, più che una buca, potremmo definirla UNA VORAGINE!!

 

 

La Cittadina spiega che dopo l’infortunio della figlia sono stati contattati dalla scuola.

Una volta arrivati a scuola la ferita era già stata medicata dal personale scolastico, ma, nonostante l’evidente gravità della ferita, non è stata chiamata l’ambulanza.

Successivamente i genitori portano la bimba al pronto soccorso, presso l’ospedale di Niguarda.

Per suturare la ferita sono stati necessari l’intervento di un chirurgo e ben otto punti di sutura (abbiamo un’immagine ma preferiamo non mostrarla).

Il giorno successivo, la madre della bambina contatta l’ufficio servizi educativi, che risponde di non essere al corrente dell’accaduto, ma spiega che la questione non è di loro competenza, la denuncia va presentata in forma scritta al preside dell’istituto comprensivo Cervi, Sandro Serboli.

Denuncia alla mano, la signora si presenta presso l’ufficio del preside, determinata a chiarire la situazione.

Il preside dell’istituto comprensivo Cervi non si mostra particolarmente disponibile, ma dopo varie insistenze accetta di riceverla.

Durante il colloquio il preside sostiene di non avere alcuna responsabilità per l’accaduto, in quanto in qualità di preside è tenuto a segnalare eventuali problematiche al Comune, che dovrà poi attivarsi per risolverle, ma dichiara che purtroppo quest’ultimo passaggio non avviene e se così fosse, la questione sarebbe molto grave. Si rifiuta inoltre di protocollare la denuncia, sostenendo che la stessa non avrebbe alcuna utilità.
Fortunatamente la donna riesce a farla protocollare dalla segretaria.

Quanto raccontato da questa signora dimostra come, in casi come questi, si assiste al classico “scarica barile”, scaricarsi le responsabilita’ da una parte all’altra, oltre alla difficolta’ a fare una semplice denuncia scritta.

A questo punto quello che ci chiediamo e’ come sia possibile che in un posto dove giocano i bambini, come un giardino scolastico, possano esserci buche tali da portare a questo tipo di infortunio.

Questa buca nei giorni successivi non e’ stata segnalata in un alcun modo.

Cosa aspettiamo che un bambino si rompa una gamba per sistemarla?

Possiamo dedurre, purtroppo, la mancata manutenzione e controllo nei plessi scolastici.

Ad ogni modo la segnalazione e’ arrivata a chi di dovere e cioe’ al Sindaco e all’Assessore preposto, alla signora ad oggi non e’ arrivata nessuna risposta sull’accaduto.

Speriamo innanzitutto che tale buca venga sistemata onde evitare che un altro bambino possa farsi male.

 

P.S. Leggiamo sui giornali e ci arrivano notizie di infortuni accaduti nelle scuole, chiediamo a tutti coloro che hanno avuto esperienze del genere di contattarci all’indirizzo email info@m5slimbiate.it e segnalarcele.

 

MoVimento 5 Stelle Limbiate.


 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Contact Form Powered By : XYZScripts.com

MoVimento 5 Stelle Limbiate o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella pagina informativa.Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Per Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi