SINDACO ROMEO E BILANCIO PREVISIONALE 2018/2020: LO STRANO CASO DEL DOTTOR JEKYLL E DI MISTER HYDE.

Durante l’ultimo Consiglio Comunale, il Gruppo Consiliare Movimento 5 Stelle ha votato contro l’approvazione del bilancio di previsione 2018-2020.

Le ragioni sono diverse, dalla coerenza di chi prendendo impegni non rispettandoli alle perplessità, che già dallo scorso anno avevamo evidenziato e che, puntualmente, ritroviamo anche questo anno.

Per quanto riguarda la coerenza, nell’ultimo Consiglio Comunale, il Sindaco Romeo ha dato indicazione di voto contrario ai consiglieri di maggioranza per ognuno dei 4 emendamenti proposti dal Movimento 5 Stelle.

Nulla di male, se non fosse per il fatto che un anno fa gli stessi emendamenti furono votati a favore, alcuni di essi all’unanimita’.

A febbraio 2017 infatti, il M5S aveva presentato 5 emendamenti: Bilancio Partecipativo, Regolamento del Verde, Streaming Consiglio Comunale, Parco Inclusivo e Skatepark.

Di questi emendamenti, soltanto due sono stati iscritti nel bilancio di previsione 2018-2020, dei quali soltanto il parco inclusivo godrà di un finanziamento certo.

Lo streaming infatti verrebbe finanziato con un entrata derivante da alienazioni, ovvero vendite di terreni che si attendono ormai da tempo, senza ottenere alcun riscontro da potenziali acquirenti, un ormai classica modalità di finanziamento virtuale.

Approvare degli emendamenti però significa prendere un impegno nei confronti dei Cittadini, per questo motivo il Gruppo Consiliare Movimento 5 Stelle ha deciso di non proporne di nuovi ma di ripresentare i tre non contemplati dal bilancio di previsione e di chiedere per il quarto emendamento di destinare un entrata certa all’installazione di telecamere per la diretta streaming del Consiglio Comunale.

Non si può fare a meno di chiedersi il motivo di questo cambio di rotta, se di questo trattasi, poiché ‘’Non ci sono soldi’’ è una scusa che non regge, a maggior ragione ora che secondo le affermazioni del responsabile del settore finanziario, nell’anno corrente, economicamente parlando, il nostro Comune inizierà ad avere un po’ respiro.

Quindi, poiché “a pensar male si fa peccato ma spesso si azzecca”, riteniamo questa una decisione puramente politica che va sia contro l’interesse della Cittadinanza, sia contro chi su questi punti lavora ed impegna risorse sue e dell’Amministrazione. Ricordiamo al signor Sindaco e a tutta la maggioranza che per la diretta streaming è stato addirittura stilato ed approvato un regolamento!

Se poi a questo aggiungiamo l’emendamento di ben 21 mila euro ( la cifra corrisponde esattamente a quella che il Comune incasserà dai gestori a seguito dell’installazione delle antenne) da destinare al quartiere Ceresolo, chiesto dalla Lega e prelevati dall’avanzo di Amministrazione, operazione che non più tardi di un anno fa si diceva impossibile, ovviamente ci lascia il dubbio che, dopo il caos scatenatosi a Limbiate per via dei nuovi ripetitori che verranno installati in via Cantore, non sia un modo per ingraziarsi i propri consiglieri.

Ma a questo vi è da aggiungerci anche la questione Villa Medolago. Com’è che a questa maggioranza, fino a qualche mese fa non interessava nulla, o meglio, aveva mostrato scarso interesse e poca iniziativa nel recupero di quel bene storico-culturale, mentre quest’anno mette a bilancio addirittura 600 mila euro? Certo, come in tutti i bilanci il trucco c’è e basta trovarlo. E lo si trova nei 300 mila euro facente parte dei 600 in toto destinati, che provengono da alienazioni.

Quindi tutto ciò che fino allo scorso anno non si poteva fare, quest’anno si può. 

Ma oltre l’osservazione politica, c’è quella tecnica, che abbiamo evidenziato anche in Consiglio Comunale.

Non potevamo assolutamente votare a favore di questo bilancio di previsione, innanzitutto perché non è chiaro come sia stato utilizzato l’avanzo di Amministrazione visto che il 1 Gennaio del 2017 era di 2.288.874 €, mentre al 31 Dicembre dello stesso anno il presunto è di 50.248 €.

Il Fondo Pluriennale Vincolato per il 2018 era indicato a zero, ma dalle nostre verifiche, è risultato essere un errore da parte del collegio revisionale nel riportare i dati.

Ci sono poi le entrate in conto capitale che nel 2019, secondo quanto riportato, diminuiranno e saranno compensate con l’accensione di un nuovo debito di 1.350.000 €. Abbiamo evidenziato inoltre che l’alienazione indicata tra gli equilibri di parte corrente per 3.493.000 €, ancora non è stata realizzata e difficilmente si realizzerà, visti i presupposti delle gare andate a vuoto.

Da questo bilancio previsionale non si capisce inoltre come mai nel 2018 le entrate IMU calano di 680.000 rispetto al 2017 e vengono richiesti nuovi prestiti nei tre anni per un totale di 1.825.000 €, che è di più di quanto si riesce a scalare dai mutui esistenti (che ad oggi hanno un valore di 18.767.753 €)

Per quanto riguarda i derivati , ricordiamo che Limbiate ne deteneva due, fortunatamente il primo è scaduto ma sul secondo seguitiamo a pagare quanto richiesto, in attesa del termine della procedura di mediazione obbligatoria, avviata nell’anno 2015, ma più tempo si lascerà trascorrere e più sarà difficile ottenere un rimborso.

Poca trasparenza, molti punti dubbi e mancato recupero dei debiti in bilancio sono le ragioni per cui questo Gruppo Consiliare ha deciso di votare contro l’approvazione di questo Bilancio previsionale.

 

Movimento 5 Stelle Limbiate.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Contact Form Powered By : XYZScripts.com

MoVimento 5 Stelle Limbiate o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella pagina informativa.Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Per Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi