IL TELERISCALDAMENTO A LIMBIATE E LA SCHIZOFRENIA POLITICA DELL’AMMINISTRAZIONE COMUNALE.(video)

Nel Consiglio Comunale del 20 novembre l’Amministrazione Comunale, la maggioranza di centrodestra e l’opposizione di centrosinistra Limbiatese approvano un contratto ventennale con BEA SPA per allacciare la Città di Limbiate al teleriscaldamento prodotto dall’inceneritore di Desio, senza aver minimamente valutato soluzioni alternative, una scelta che costerà 484 mila al nostro Comune a fronte di un risparmio di appena 14.000 euro all’anno. Un’elemosina in cambio di un vincolo ventennale.

Tutto questo nonostante il Sindaco, appena un mese fa’, dichiarò in Consiglio Comunale di voler vendere le quote BEA possedute dal nostro Comune e nonostante la nostra Città non ha bisogno dell’inceneritore di Desio.

La scelta di bruciare rifiuti per riscaldare gli edifici è una scelta folle nel 2019. Se l’obiettivo è davvero abbattere costi e inquinamento, la scelta sostenibile e lungimirante è un’altra: riqualificazione energetica degli edifici e uso delle fonti rinnovabili.

Come folli sono le dichiarazioni del Sindaco negli ultimi giorni sul teleriscaldamento.
Romeo sul Giornale di Desio dice: “La convenzione con BEA è un segno di un’attenzione a un futuro più sostenibile dal punto di vista ambientale”.

Avete letto bene, secondo il Sindaco riscaldare gli edifici con la monnezza bruciata è segno di un’attenzione ad un futuro sostenibile. Siamo al delirio totale.

Come Cittadini il nostro impegno sarà sempre massimo affinché venga fatta una raccolta differenziata ad alti livelli, tuttavia la domanda che ci poniamo è: che senso ha attuare sistemi di raccolta come il sacco blu che punta a ridurre il rifiuto indifferenziato, il prezioso combustibile per gli inceneritori, e poi dall’altra parte allacciare la Città di Limbiate al teleriscaldamento prodotto dall’ inceneritore di Desio, il quale ha proprio bisogno dei rifiuti indifferenziati da bruciare?

Questa è schizofrenia politica!

Clicca qui per guardare il video

MoVimento 5 Stelle Limbiate

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.