LA GUERRA DEI ROGHI

In tutta la Lombardia, il fenomeno degli incendi dei magazzini di stoccaggio dei rifiuti sta assumendo proporzioni preoccupanti e dall’inizio dell’anno 2018 ad oggi si sono contati piu’ di dieci gravi episodi.

Il Consiglio Regionale lombardo infatti ha approvato, il 23 ottobre 2018, a seguito dell’incendio nel capannone di I.P.B. srl in via Chiasserini a Quarto Oggiaro (MI) due mozioni impegnando la Giunta Regionale ad attivarsi tempestivamente al fine di promuovere sull’intero territorio lombardo misure che permettano un miglior coordinamento dei differenti enti preposti per il controllo e la tutela del territorio in materia di rifiuti e relativo trattamento.

Altri episodi gravi recenti che si sono aggiunti sono quelli di Milano, in via Campazzino, dove ha preso fuoco un’azienda cartaria e a Mariano Comense, dove ha preso fuoco una discarica e ci sono voluti diversi giorni per spegnere l’incendio.

Anche il nostro territorio non è stato esonerato. Nel maggio del 2015, un vasto incendio si sviluppò in un’azienda di stoccaggio e smistamento di rifiuti in via XX Settembre a Pinzano, dove hanno preso fuoco tonnellate di materiale (rifiuti speciali, cartacei e plastici, prevalentemente imballaggi).

Tuttavia per poter effettuare un appropriato controllo sul territorio sui depositi e impianti di rifiuti i Comuni devono fornire il loro contributo. Sono infatti i Comuni gli enti che possono effettuare un controllo capillare sul territorio di loro competenza.

Richieste che abbiamo fatto nell’ultima seduta del Consiglio Comunale tramite mozione, ossia una massima sensibilizzazione dell’Amministrazione su questo problema, eseguendo verifiche e controlli nelle aziende che operano sul nostro territorio, attivando un capillare monitoraggio, una stretta collaborazione tra Polizia Municipale e Polizia Provinciale con l’obiettivo di prevenire incendi di rifiuti che si possono verificare presso gli impianti autorizzati e contrastare i depositi abusivi di rifiuti.

I dati sui controlli dovranno essere poi forniti alla Regione, ad ARPA e ATS e segnalare tempestivamente alla Prefettura e ai Vigili del Fuoco ogni irregolarità rilevata, al fine di concertare soluzioni tempestive finalizzate a evitare qualsiasi incidente.

La mozione è stata approvata all’unanimità dal Consiglio Comunale e la nostra richiesta, tenuto conto già del buon operato della Polizia Locale, è stata allargata dal Sindaco non solo ai siti di stoccagio di rifiuti presenti sul nostro territorio, ma anche alle due aziende chimiche.

MoVimento 5 Stelle Limbiate

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.