LIMBIATE VANTA CAMPIONI NAZIONALI… MA ANCHE LO SKATEPARK FINISCE NEL DIMENTICATOIO.

Sappiamo tutti che, ormai da tempo, Limbiate e giovani sono due termini che stonano scritti nella stessa frase.
Le opportunità di socializzazione attuali sono limitate, le stesse associazioni sportive, nonostante il gran lavoro svolto, spesso arrancano a causa della mancata manutenzione delle strutture comunali.
Per questo ci auguriamo che vada in porto il bando per la sistemazione del centro sportivo, anche se…. rimane qualche dubbio sull’efficacia del contratto di gestione attuale, ma di questo parleremo prossimamente.

Tornando a noi, la Città di Limbiate, soprattutto ora che è divenuta ‘’Città’’, dovrebbe porsi l’obbiettivo di portare avanti una politica giovanile forte, volta a creare aggregazione attraverso il canale più sano e genuino: lo sport.
Ad oggi non vi sono spazi all’interno dei quali i giovani possano incontrarsi e intrattenersi per sviluppare competenze in attività di tipo creativo, ludico e sportivo.
Lo stesso centro sportivo comunale è stato utilizzato per anni soltanto per lo sport fine a sè stesso, addirittura quando i ragazzini si fermavano a guardare i coetanei allenarsi, venivano cacciati.

Le colpe e le responsabilità non hanno colore politico, i giovani sono stati dimenticati in egual modo da destra e sinistra.
L’incapacità di creare spazi di aggregazione e alternative al Carrefour di Limbiate denota il fallimento della politiche giovanili Limbiatesi dell’ultimo ventennio e le conseguenze, come ha dichiarato un ex sindaco in passato, non possono ricadere sui giovani.

Il nostro Gruppo Consiliare presentò un emendamento al bilancio nel febbraio del 2017, con il quale si chiedeva lo stanziamento di 32.000 euro per la realizzazione di uno skatepark.
L’emendamento fu approvato all’unanimità, ma la voce non fu mai scritta a bilancio.
Nel 2018 i nostri Consiglieri ripresentarono lo stesso emendamento, questa volta bocciato dalla maggioranza con la solita scusa ‘’non ci sono soldi’’.
E certo, in questa Città, i soldi per i giovani non ci sono mai.
Non parliamo di cifre esorbitanti intendiamoci, 32.000 euro per un comune di 37.000 abitanti, non sono certo una gran cifra.

Per chi non lo sapesse, queste strutture sono pensate e realizzate per skateboard ed affini come bmx, pattini, monopattino. 
La cosa veramente interessante è che lo skatepark non è soltanto un luogo in cui praticare sport ma, senza dubbio, la sua funzione più importante è quella sociale.
Sfido chiunque di voi a recarsi in uno qualsiasi degli skatepark vicini (Cesano Maderno, Lainate, Bicocca ecc.) nel weekend e non trovare il pienone.

Ricordiamo che i giorni seguenti all’approvazione dell’emendamento in consiglio comunale ci furono subito dei contatti tra l’Assessore alle politiche giovanili Claudio Ceschini e il Presidente dell’associazione SKATEZONE ASD Michele Platania. Ci furono anche dei sopralluoghi in quelli che potevano essere dei potenziali siti per le realizzazione di tale struttura, come il CRAL di Mombello.
Anche i giornali locali annunciavano tale opera, “Il Notiziario”, per esempio titolava: SI FARÀ UNO SKATEPARK IN CITTÀ!

Poi…. il nulla assoluto.
L’ennesima presa in giro nei confronti dei tanti ragazzi che speravano e che questa amministrazione ha illuso e deluso.

Limbiate tuttavia può vantare ben 3 istruttori nazionali FIHP e CONI e campioni Italiani, tutti facenti parte dell’associazione limbiatese SKATEZONE ASD. Lo stesso presidente dell’associazione, limbiatese anche lui da sempre, organizza il più importante evento di longboard e skateboard in Italia che si chiama “The Death Dace”. 
Ultimo trionfo quello di Stefano Barbizzi (nella foto) anch’egli Limbiatese, nella specialità Downhill, ottenendo il titolo di campione italiano.
E quindi facile pensare che questi eventi, se fatti in uno Skatepark, porterebbero un beneficio non indifferente allo stesso e ad altri esercizi commerciali della zona.

Questa Amministrazione, oltre a rispettare le direttive che il consiglio comunale ha dato nel febbraio 2017, ha l’opportunità di lasciare un segno tangibile realizzando una struttura di questo tipo e dimostrando finalmente di cominciare a fare politiche giovanili serie. 
Abbiamo un’associazione, abbiamo campioni italiani, organizzatori di eventi che sono disposti a far di tutto per gestire uno skatepark, non sprechiamo questo potenziale.
Lo sport e l’aggregazione giovanile sono fattori chiave per riuscire a far rivivere Limbiate ai Limbiatesi.

MoVimento 5 Stelle Limbiate.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.