VIABILITÀ VILLAGGIO FIORI: I LAVORI SONO FERMI (DI NUOVO).

Sono passati ormai piu’ di cinque mesi dall’inizio dei lavori per la viabilita’ di Villaggio Fiori inseriti nel progetto degli ”accordi di competitivita’” per la realizzazione della pista ciclopedonale in via Garibaldi, la realizzazione di due rotatorie (una tra via Manara e via Isonzo e l’altra sulla comasina) e l’ampliamento e la sistemazione del parcheggio in via Manara. Opere finanziate dalla Regione per un milione di euro, volute fortemente dalla ex giunta di centrosinitra e avvallate dall’attuale Sindaco, allora Consigliere Regionale, Romeo. Opere portate avanti in questi anni con non poche contestazioni da parte dei residenti della zona.

Nel quartiere i lavori procedono a rilento. Gli operai infatti si son visti poco, a gennaio, all’inizio dei lavori, e qualche settimana fa per la realizzazione della rotonda in via Isonzo dopo una lunga chiusura della strada.

Una rotonda, trattandosi di una zona industriale, che ci fa sorgere molti dubbi in merito al transito degli autoarticolati.

Per il resto e’ tutto in alto mare. Quello che dovrebbe diventare un parcheggio in via Manara e’ diventato un deposito dove mettere il materiale.

Angolo Via Manara-Via Garibaldi

La pista ciclopedonale in via Garibaldi, iniziata i primi mesi dell’anno, e’ ancora li’ ferma e allo stato attuale presenta criticità e situazioni pericolose.

Il conseguente restringimento della strada crea problemi per l’immissione delle autovetture in alcune abitazioni e nei parcheggi all’altezza di via Manara, si e’ costretti a far piu’ di una manovra per uscire dal parcheggio e per immettersi nelle proprie abitazioni.

Sopra i parcheggi in Via Garibaldi-Via Manara, sotto un’abitazione in Via Garibaldi

All’altezza dell’entrata in via Garibaldi della Scuola Luigi Castiglioni, la ciclopedonale rientra a novanta gradi, senza nessuno “smusso” o arrotondamento, situazione che puo’ diventare molto pericolosa.

Rientranza della ciclopedonale a novanta gradi all’altezza dell’entrata della Castiglioni

Un dosso, se cosi si puo chiamare, ricavato con dell’asfalto, sdrucciolevole e che puo’ causare scivolamenti e cadute. Anche nella stessa ciclopedonale l’asfalto si sta sgretolando rendendola pericolosa per chi la percorre.

A sinistra il dosso sdrucciolevole, a destra l’asfalto sgretolato delle ciclopedonale

Proseguendo verso il Carrefour, la nuova ciclopedonale sbuca nel bel mezzo della strada, non esiste infatti nessuna intersezione tra la ciclabile esistente che costeggia il Carrefour e quella, sul lato opposto, che scende da Mombello in via Bonaparte.

A sinistra la ciclopedonale che finisce sulla strada, a destra la ciclopedonale dalla parte di via Bonaparte

Questa la situazione nel quartiere, i lavori sono fermi, e alcuni di quelli eseguiti sembrano approssimativi.

Quando finiranno i lavori di questo passo?

Dal Comune e dall’Amministrazione non arriva nessuna notizia in merito.

Movimento 5 Stelle Limbiate

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.